Post

Visualizzazione dei post da Marzo, 2018

prima di Pasqua

Immagine
Salute a tutti, amici apicoltori. Con il perdurare di freddo e di tempo variabile in questo ultimo periodo in cui la primavera tarda ad arrivare vi vorrei consigliare alcuni accorgimenti: anche se le giornate sono belle, con temperature massime ottimali per le visite alle nostre api, non dimentichiamoci che durante la gran parte della giornata le temperature sono comunque basse; anche per la prossima settimana queste non si alzeranno di molto perciò prudenza nel nostro lavoro. Nel visitare la nostra famiglia dobbiamo valutare attentamente la quantità di api che abbiamo, la quantità di covata opercolata, su quanti questa si trova e quanti in totale, e prenderemo nota anche delle differenze tra famiglie. Buona cosa sempre segnarsi tutto! Nel caso in cui la famiglia abbia poca covata e api può succedere che il telaino laterale sia semivuoto o completamente °disabitato°: sarà il caso di toglierlo e stringere il diaframma. In altre situazioni potremmo già trovare una bella famiglia, c…

una rondine non fa primavera

Immagine
Mancano pochi giorni di calendario alla primavera, però…solo una rondine si è vista arrivare! Come recita il proverbio, è proprio il caso di dire, che “una sola rondine non fa primavera”. A causa dell’ultimo freddo portato dalla coda dell’inverno, ci ritroviamo in apiario in una situazione anomala. Purtroppo le rose di covata viste in febbraio sono ora scomparse e riscontriamo quindi blocchi pressochè totali di covata. Pertanto si consiglia di approfittare con l’intervento di pulizia attraverso l’acido ossalico. Io l'ho fatto quattro giorni fa,ed oggi ho rilevato una caduta variabile di qualche acaro a una ventina in un paio di famigliole. Si suggerisce vivamente, comunque, di effettuare una visita minuziosa qualora la temperatura dell’aria sia superiore ai dodici gradi e con le api visibilmente attive. Se osservando la famiglia, riscontriamo i favi esterni piuttosto scoperti, è meglio rimuoverli per compattare la famiglia stessa. In queste modo il nucleo di api risponde in manie…