Aster

Con il post di oggi voglio ritornare al discorso di simbiosi tra ape e fiori: credo che in natura nulla sia a caso in questo rapporto di dipendenza. Questo per evidenziare che in questo periodo di fine estate le nostre api hanno ancora bisogno di proteine per il loro sviluppo e soprattutto per la covata importante di fine estate e autunnale. Dunque il mio discorso si collega a una fioritura quale è l’aster (settembrino). L’aster è una pianta perenne rustica dal fiore a forma di margherita e da diverse specie e colori. Quella che interessa da vicino l’apicoltore sono della specie autunnale, chiamati settembrini. E’ una pianta che predilige il sole, resiste ai periodi siccitosi accontentandosi di poca acqua, sopporta bene i nostri inverni, si propaga bene da sola o col nostro intervento, per separazione dei cespi. Cresce bene in qualsiasi terreno, la concimazione è organica e viene fatta in primavera per una buona ripresa vegetativa. Questo fiore è stato una delle prime piante che ho messo e trapiantato nel mio giardino, pensando sempre ai periodi di magra nel nostro habitat e del fabbisogno di polline di questo periodo. E’ una pianta che consiglio vivamente di piantare per tutto ciò che ho scritto, e per la bellezza dei vari colori in giardino.

Commenti

Post popolari in questo blog

regina fucaiola

profumo di acacia

Tra api e cimici...